Indossa gli occhiali dell’ottimismo con il Parent Coaching

Indossa gli occhiali dell’ottimismo con il Parent Coaching

a cura di: Veronica Remordina
20/09/2017



E’ meglio accendere una piccola candela che maledire l’oscurità. (Confucio)

Tante delle notizie che circolano attraverso la televisione, la carta stampata e internet suscitano emozioni di tristezza, paura, rabbia e lasciano una scia di ansia in chi le segue. D’altronde i cambiamenti economici, politici e culturali degli ultimi decenni hanno avuto conseguenze sull’assetto valoriale e ideologico globale. Tanti genitori del mondo attuale sono fortemente influenzati dalle notizie che sentono e che leggono, e giustamente le introiettano nella loro condizione di genitori, preoccupandosi per il mondo in cui vivranno i loro figli. Se da un lato, certe preoccupazioni possono essere un punto di partenza, per attuare strategie educative volte alla consapevolezza, altre preoccupazioni rischiano di essere trasmesse ai figli sotto forma di ansie e convinzioni limitanti che possono bloccare le loro azioni. Essere educati in un contesto pieno di paure ed incertezze può minare la sensazione di autoefficacia personale, e di conseguenza limitare i ragazzi nelle scelte sul loro avvenire.  Ogni genitore è libero di vivere nella tristezza, nelle sue convinzioni pessimiste, di lamentarsi di tutto ciò che lo circonda e che lo rende ansioso. Ogni genitore è anche libero, quando si sveglia al mattino, di leggere i giornali con le prime pagine piene di delitti, di amarezza e di oppressione e di lasciarsi influenzare per tutto il resto della giornata.

Ma, a quale scopo? Cosa ne può venire di positivo da tutto ciò? E’ un po’ come quando qualcuno ha bisogno degli occhiali da vista, senza gli occhiali la visione è opaca, approssimativa, i dettagli sono nascosti, si cammina a fatica e si corre il rischio di inciampare e cadere. Ma, appena si rimettono gli occhiali da vista il mondo circostante torna ad essere ricco di particolari, brillante, nitido e la strada da percorrere chiara e definita. Perché stare senza occhiali allora?

Ora, immagina che gli occhiali da indossare siano GLI OCCHIALI DELL'OTTIMISMO. L’ottimismo è ciò che permette di avere coraggio, è ciò che dà speranza nel futuro. I bambini e i ragazzi hanno bisogno di avere genitori ottimisti che gli insegnino ad essere ottimisti a loro volta.

Un genitore può scegliere se continuare a stare nel suo pessimismo. Oppure, può scegliere di indossare gli occhiali dell’ottimismo, e quindi di insegnare a vivere nella speranza, di avere la forza di lottare per ciò che si vuole, di stare bene con sé stessi indipendentemente da tutto e da tutti. Gli occhiali dell’ottimismo permettono, tra le altre cose, di svegliarsi felici, di affrontare le giornate col sorriso, di sentire una motivazione interna che dà la carica, di avere una visione serena del futuro. Se un genitore è tranquillo, anche suo figlio lo è; se ha speranza, anche suo figlio ce l’ha; se coltiva una visione ottimista, anche suo figlio la coltiva.

E ora mi rivolgo a te…  se qualche pensiero pessimista si insinua nella tua testa, fai come Bruce Lee:

“Vi dirò il mio segreto per liberare la mente dai pensieri negativi. Quando un tale pensiero entra nella mia mente, lo visualizzo come se fosse scritto su un pezzo di carta. Quindi gli do mentalmente fuoco e lo visualizzo mentre brucia fino a diventare cenere. Il pensiero negativo è distrutto, e non entrerà più”. (Bruce Lee)

Veronica Remordina - Parent Coach


Veronica Remordina profilo

Veronica Remordina è Parent Coach Professionista e PNL Master Practitioner (certificazioni conseguite presso NLP Italy Coaching School), ha una laurea specialistica in Psicologia (titolo conseguito presso l’università degli studi di Pavia). E’ ideatrice e creatrice del Metodo CCA, l’unico metodo che integra le migliori tecniche del Coaching, con le più autorevoli conoscenze Psicologiche e le più efficaci tecniche di PNL nell’ambito del Parent Coaching.